Petizione a Antonio Razzi, deputato della Repubblica Italiana e a tutti i deputati/e e senatori/trici, nostri rappresentanti istituzionali

 

Ho inviato questa petizione alla mail istituzionale del deputato Antonio Razzi (razzi_a@camera.it) a cui chiedo un’assunzione di responsabilitá nei confronti del ruolo che occupa, grazie all’esercizio democratico del nostro voto, affinché risponda come deve alla volontá dei suoi elettori e dei cittadini e delle cittadine della Circoscrizione Europa che è chiamato a rappresentare.

Chiedo a voi di inviarla a lui e ad altri deputati e senatori entro il 14 dicembre 2010 perché ricordino che il voto rappresenta la nostra volontá di cittadinanza e NON interessi personali.

NON é tardi per farlo.

Chiediamo a Razzi e a tutti e tutte coloro che non lo hanno compreso di lasciare con un gesto di dignitá che recuperi quell’operaio raccontato dal documentario della televisione svizzera e non il burocrate azzaccagarbugli in cui si pare essersi  traformato, tradendo se stesso, la famiglia e noi tutti e tutte cittadini e cittadine di questo paese.

C’è sempre tempo per scegliere la dignitá, l’onestá e l’etica, per poi tornaresene tra i propri cari.

VOTARE LA SFIDUCIA AL GOVERNO BERLUSCONI

E

LASCIARE LA NOSTRA DEMOCRAZIA LIBERA PER POTER RIPRENDERE IL CAMMINO CON DIGNITA’ ED ONESTA’.

Potete copiare la mia petizione o crerane una vostra.

Ad Antonio Razzi, deputato IDV eletto dai cittadini e cittadine italiani della Circoscrizione Europa.

Credo che non ci rappresenti piú poiché non hai capito che essere deputati è un compito assegnato dai cittadini e dalle cittadine italiani a persone che rispondono con onestá ed etica agli stessi in dialogo e compartecipazione costanti.

Direi che non lo abbiamo capito o lo abbiamo dimenticato. Cercheremo o proporremo per il futuro figure ed essere umani migliori. Intanto ti chiediamo di essere potravoce della volontá popolare che tu ancora rappresenti istituzionalmente.

Il voto di fiducia al governo Berlusconi NON PUOI DECIDERLO DA SOLO ma come esecutore parlamentare della nostra volontá politica. Come ultimo gesto rappresentativo e pubblico ti chiediamo di votare la SFIDUCIA al governo Berlusconi il giorno 14 dicembre 2010.

Ti chiediamo di tornare sui tuoi passi e di saper scegliere in nome dell’interesse e del bene della societá italiana e non in nome dei tuoi interessi e dei tuoi beni personali. Te lo chiediamo come ultimo gesto poi potrai riprendere la tua vita privata DIMETTENDOTI e lasciare un ruolo istituzionale cosí importante e di alto valore che tu come tanti altri avete calpestato e usato come cosa vostra e non di tutti e di tutte.

Solo cosí potrai recuperare dignitá, onestá e valori tra le persone vere e semplici.

In nome della Democrazia Italiana, della sua Costituzione, di tutti e tutte noi il 14 dicembre 2010

VOTA LA SFIDUCIA AL GOVERNO BERLUSCONI.

Elisabeth Donatello, 11 dicembre 2010

Anuncios

13 Responses to “Petizione a Antonio Razzi, deputato della Repubblica Italiana e a tutti i deputati/e e senatori/trici, nostri rappresentanti istituzionali”


  1. 1 Franco Succi 21 diciembre 2010 en 16:19

    Voto IDV da quando c’è perchè a parere mio è l’unico baluardo (cosí credevo) contro il berlusca e poi questo. Siamo proprio conciati male!
    Franco

  2. 2 Assunta Nardiello 13 diciembre 2010 en 20:41

    Ti prego di aiutare a fare in modo che l’Italia abbia un governo dignitoso. Vota contro Berlusconi.

  3. 3 Mariella 13 diciembre 2010 en 09:20

    Caro onorevole, la sua decisione non regge, prima si va a votare, e poi si decide se restare o andare….Un uomo (come davvero dicevo Sciascia)per esserlo deve rimanere libero e se si gioca la dignità, è solo un omuncolo….

    • 4 pepperminteli 13 diciembre 2010 en 11:41

      Se vuoi scrivere a Razzi devi farlo sulla mail indicata o sulla sua pagina in fb e inviargli la petizione. Temo che non ti leggerá da queste pagine.

  4. 5 Maria Teresa Sciacca 11 diciembre 2010 en 23:28

    povera Italia

  5. 6 paolo 11 diciembre 2010 en 19:39

    Perché le dà del tu ?

  6. 8 Franco Tollardo 11 diciembre 2010 en 17:35

    RAZZI: VERGOGNATI!

  7. 9 Antonio 11 diciembre 2010 en 16:07

    qui sotto la lettera che mia moglie ed io abbiamo mandato a Razzi

    —————–

    Caro Antonio e fino a pochi giorni fa stimato onorevole,

    siamo rimasti stupiti del tuo gesto. Abbiamo letto la tua lettera aperta a Di Pietro e nonostante possiamo condividere molte valutazioni e capire la tua amarezza in molte circastanze, non riusciamo a vedere chiaro nella tua scelta finale. In questi casi PRIMA ci si dimette e POI si ricomincia da un’altra parte.

    Se sono dignità e rispetto negati quello che ti muove, senz’altro il tuo gesto non te ne farà guadagnare né nell’elettorato né tra la cerchia dei tuoi amici e, siamo sicuri, nemmeno tra i tuoi cari. Tu stesso non potrai più andare a testa alta e guardare il tuo prossimo negli occhi. Ti abbiamo osservato nella conferenza stampa, mentre gli altri sbraitavano tu stavi zitto e non sembravi per niente a tuo agio. Non eri nel posto giusto e non stavi facendo la cosa giusta. Te lo gridava la tua coscienza.

    Sicuramente le lusinghe dell’altra parte sono state grandi, però ricordati che “Roma non paga traditore” e per rimanere a galla non potrai contare più sulla stima dei tuoi elettori che appoggeranno la forza delle tue idee ma sui servizi, anche molto bassi, che potrai e dovrai fare a quelli che da ieri ti sei scelto come padroni.

    Eri un uomo libero, fiero, autonomo, un “Uomo” nel senso di Sciascia. da adesso sarai un mero servo, di quelli che, quando non serve più, si buttano via come uno straccio vecchio. Sei sicuro di voler distruggere tutto il tuo passato, costruito con le tue mani e col sudore della fronte giorno dopo giorno, per una manciata di illusioni?

    Ripensaci, sei ancora in tempo,

  8. 10 maria giulia serpi 11 diciembre 2010 en 15:25

    L’italia non ha bisogno di oscurantismo.
    giulia serpi

  9. 11 mari 11 diciembre 2010 en 14:35

    sogno numero 2.


Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión / Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión / Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión / Cambiar )

Google+ photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google+. Cerrar sesión / Cambiar )

Conectando a %s




Archivos

Estadísticas

  • 32,160 hits

A %d blogueros les gusta esto: