Madrid 13 febbraio 2011 SE NON ORA, QUANDO? Ce l’abbiamo fatta: manifestazione e striscione per la stessa causa

Un ringraziamento a tutti/e per aver partecipato e smosso le acque a partire dalla mia lettera aperta. Il dialogo ha funzionato. Molte piú cose quelle che ci uniscono da quelle che ci separano.

In una settimana questo blog ha convinto al dialogo per ben 2 volte: cambiando dove ha potuto la percezione sulla scelta di alcuni volantini sessisti scelti e aprendo il dibattito tra le realtá sociali, democratiche ed antifasciste presenti ed in movimento nella comunitá italiana a Madrid.

Non ultimo in una settimana ci sono stati oltre 500 click a questo modesto blog e con questa colgo l’occasione per far sapere che é una pagina aperta e chi voglia pubblicare o far sapere qualcosa puó inviare il testo e verrá pubblicato.

I ragazzi e le ragazze che hanno organizzato l’evento IO STO CON I MAGISTRATI si sono incontrati ieri sera ed lo hanno modificato ampliando i contenuti ed il luogo dell’iniziativa che cosí diventa quella comune dell’ITALIA CIVILE CHE SI RIBELLA AL BRUTTO, ALLA CORRUZIONE, ALLA MANCANZA DI ETICA ED AL MANCATO RISPETTO DEI DIRITTI UMANI E COSTITUZIONALI DA PARTE DI CHI HA GIURATO SULLA COSTITUZIONE ITALIANA !!

Se non ora, quando?

a Madrid

¿Si no ahora, cuando?

en Madrid

http://www.facebook.com/event.php?eid=142751459118915

 

Un invito quindi a tutte le realtá associative e politiche a voler essere presenti come semplici cittadini e citatdine e SENZA bandiere di parte a questa iniziativa e a dare la sua adesione (nella pagina facebok dell’evento, facendo pervenire un testo a questo blog per chi é allergico a facebook che prometto di girare ai ragazzi/e perché lo pubblichino).

Sará un flashmob allegro, colorato e PLURALE in nome delle libertá umane e costituzionali per tutti/e in Italia anche per le donne e non dimentichiamoci anche per chi manifesta identitá di genere diverse, per gli emarginati/e, per chi non ha la cittadinanza ma il diritto di essere trattato/a con RISPETTO e dignitá nel paese Italia ed in Europa.

Vi ricordo che molte delle bambine protagoniste e vittime delle storie con Berlusconi & C. sono SOLO bambine (a questo proposito leggete il mio post Rubi e le altre sono le vittime non i carnefici e che leggeró nel mio intervento alla manifestazione di Palermo dove saró il 13 pensandovi). Sono bambini e bambine i troppi che stanno morendo ababndonati per le strade di un paese l’Italia che diceva di esser il paese che meglio difendeva i diritti dei piccoli e delle piccole.

Grazie ancora per aver ascoltato e dialogato. Spero che si riparta da qui tutti/e insieme ognuno con la sua diversitá e creativitá per costruire il mondo plurale in cui viviamo. E a Madrid per cominciare ad incontrarci e dialogare sulel molte cose che di sicuro abbiamo da dirci

Laici e laiche ed antifascisti e antifasciste come la NOSTRA Costituzione.

GRAZIE

Elisabeth Donatello, 9 febbraio 2011

Allego qui di seguito il comunicato stampa della piccola ma sentita manifestazione che si é tenuta qualche giorno fa davanti all’Ambasciata d’Italia a Madrid (vi allego alcune foto e grazie ancora a a tutti/e e a Leo Bassi per aver partecipato e condiviso)

Seguimos con nuestras acciones de de…nuncia de la condición de las mujeres en Italia. Necesitamos ayuda para cambiar aptitudes, comunicación y educación en un país tan machista donde sólo los cuerpos de niñas valen en el mercado del trabajo y una mujer cada dos ni va en busqueda de trabajo…ayuda, apoyo y ser escuchados…los problemas estan fuera de nuestros mundos pero tambien dentro y no hay que mirar al otro lado…

Proponed actividades y encuentros…

Ciao a tutti/e

Qui a Madrid abbiamo deciso di aderire all’iniziativa italiana “Donne che si ribellano”.
L’uso e l’immagine delle donne in Italia fatta ad uso e consumo degli uomini é arrivata ad un livello insopportabile e ne siamo stufe.

Ricominciamo da:
– l’eliminazione della violenza sulle donne,
– dalle pari opportunitá,
– dall’educazione e dalle politiche di genere,
– dalla visibilizzazione delle donne nella cultura, nelle arti, nelle scienze, nella politica e nel lavoro,
– dall’abbandono di attitudini e abitudini sessiste e discriminatorie in famiglia e sul lavoro, a scuola, sui media, negli ambienti sociali e pubblici.

Riprendiamoci un futuro piú umano, senza violenze e conflitti, base della discriminazione, dell’odio, della divisione.
Diamo voce e spazio alla parola, al dialogo, all’incontro ed alla partecipazione.

Chiediamo:
le dimissioni del governo Berlusconi (come condizione inquestionabile)
– l’appoggio delle associazioni, dei movimenti e gruppi politici e dei media spagnoli ed internazionali
– la riapertura di un tavolo di lavoro nazionale che rimetta al centro le donne e le politiche di genere in sintonía con la carta universale dei diritti umani per sradicare disuguaglianze, ingiustizie e violenze accettate come inevitabili.

Cambiare insieme si puó: uomini e donne, giovani ed anziani, bambini e bambine, italiani/e o provenienti da altri mondi che hanno scelto l’Italia per viverci. Senza differenza di sesso, razza, cultura e religione, come dice la NOSTRA Costituzione

Per una societá piú libera, giusta e solidale.

Adesioni: amadridsimuoveunaltraitalia.wordpress.com, Sinistra Ecologia e Libertá – Madrid, La Fabbrica di Nichi – Madrid – PD giovani Madrid

Per aggiornamenti, info e contatti tenetevi aggiornati sulle pagine dei gruppi su facebook su cui comparirá il link dell’evento.

amadridsimuoveunaltraitalia@wordpress.com
amadridsimuoveunaltraitalia@gmail.com
————————————————————————————————-
En Madrid participamos a la iniciativa italiana “Mujeres que se rebelan”.
En Italia, el abuso de las mujeres por parte de los hombres y la imagen con que se retratan ha llegado a un nivel insoportable y estamos hartas.

Volvemos a empezar de:
– la eliminación de la violencia de género,
– la igualdad de trato,
– la educación y la sensibilización en politicas de género,
– la visualización de las mujeres en cultura, artes, ciencias, politica y trabajo,
– el abandono de habitos machistas y sexistas en la familia y en el trabajo, en la escuela, en los medios de comunicación.

Retomamos un futuro más humano sin violencia, conflictos, discriminación, odio.
Damos voz y espacio a la palabra,al dialogo, al encuentro y la participación.

Pedimos:
las dimisiones del gobierno Berlusconi (como condición NO negociable)
– el apoyo de asociaciones, movimientos, grupos politicos, medios de comunicación españoles e internacionales,
– la abertura de una plataforma de negociación para poner al centro las mujeres de acuerdo con el documento universal de los derechos humanos para erradicar desigualdades, injusticias y violencias tratadas como inevitables.

Junt@s podemos cambiar: hombres y mujeres, jovenes y mayores, niños y niñas, los italianos y las italianas y los y las que han elegido este país para vivir. Para una sociedad más justa y solidaria. Sin diferencia de raza, sexo, cultura o religión. Como dicta NUESTRA Constitución.

Participan: amadridsimuoveunaltraitalia.wordpress.com, Sinistra Ecologia e Libertá – Madrid, La Fabbrica di Nichi – Madrid – PD giovani Madrid

Más infos y contactos en las páginas de los grupos de facebook y en
amadridsimuoveunaltraitalia@wordpress.com
amadridsimuoveunaltraitalia@gmail.com

Anuncios

0 Responses to “Madrid 13 febbraio 2011 SE NON ORA, QUANDO? Ce l’abbiamo fatta: manifestazione e striscione per la stessa causa”



  1. Dejar un comentario

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión / Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión / Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión / Cambiar )

Google+ photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google+. Cerrar sesión / Cambiar )

Conectando a %s




Archivos

Estadísticas

  • 31,870 hits

A %d blogueros les gusta esto: